Tenta di lanciarsi dal terzo piano, salvata dai Carabinieri

Tenta di lanciarsi dal terzo piano, salvata dai Carabinieri

246
0
SHARE
Mecenate Tv

Nella tarda serata di ieri, sono giunte al numero di emergenza 112 varie chiamate che segnalavano, nel quartiere San Liborio, la presenza di una anziana donna che, verosimilmente in preda a crisi depressiva per problemi di salute, dopo aver scavalcato il parapetto del balcone della sua abitazione sita al terzo piano di un palazzo, minacciava di lanciarsi nel vuoto.
La Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di Civitavecchia ha immediatamente inviato sul posto, per prestare soccorso alla donna, militari, Vigili del Fuoco e personale medico che, giunti sul posto, hanno constatato che la stessa era stata tratta in salvo da un Carabiniere effettivo al Nucleo Carabinieri Polizia Militare del CE.SI.VA., al momento dei fatti libero dal servizio.
Infatti, non appena la donna aveva oltrepassato il parapetto del proprio balcone, il Carabiniere, suo vicino di casa, allertato dalle urla di varie persone che si erano avvedute di quanto stava accadendo, era immediatamente intervenuto e, dopo essersi procurato le chiavi dell’appartamento della stessa, si era introdotto all’interno nel massimo silenzio per evitare di essere notato.
Appena giunto in prossimità della finestra il militare, con un gesto repentino, connotato da grande coraggio, prontezza e determinazione, ha afferrato la donna, abbracciandola per evitare che cadesse nel vuoto, e l’ha portata in salvo all’interno dell’abitazione, dove la stessa è stata successivamente visitata da personale sanitario che, per meglio valutare le sue condizioni, ha deciso di trasportarla presso l’Ospedale San Paolo.
Per fortuna nessuno ha riportato lesioni e l’intervento del Carabiniere è stato immediatamente premiato da un corale applauso di tutte le persone che, affacciatesi dai propri balconi e presenti in strada, hanno avuto modo di assistere al gesto compiuto.
050316