Ancora disagi idrici a Civitavecchia

Ancora disagi idrici a Civitavecchia

442
0
SHARE
Mecenate Tv

Avevano cantato vittoria troppo presto i civitavecchiesi residenti nella zona sud della città. Dopo qualche giorno di tregua, i disservizi idrici sono tornati a farsi sentire. E questa volta sin dalla mattina. Rubinetti a secco all’Uliveto, a Campo dell’Oro, San Gordiano e Boccelle. Le zone cioè servite dalla condotta di Acea. I civitavecchiesi non ce la fanno più, tanto che stanno pensando, di organizzare una manifestazione di protesta sotto al palazzo comunale per far sentire la loro voce. Dal canto suo l’amministrazione si è detta avere le mani legate. “Oltre a inviare una diffida ad Acea, come abbiamo già fatto – ha detto il delegato al servizio idrico di Civitavecchia, Fulvio Floccari – non possiamo far altro. Purtroppo bisogna attendere il completamento dei lavori, come spiegato nella conferenza che si è svolta la settimana scorsa con il pool di esperti, per la ristrutturazione e l’attivazione del serbatoio a San Gordiano. Solo così riusciremo a risolvere il problema”. E se a Civitavecchia i problemi relativi all’acqua, riguardano i rubinetti a secco, a Bracciano e Fiumicino invece il problema è strettamente connesso alle bollette inviate da Acea. Troppo alte, come protesta nei confronti del neo sindaco di Roma, Virginia Raggi, il primo cittadino, Esterino Montino. “Vorrei ricordare che su 130 sindaci ne erano presenti solo 41 e che tra questi, in 26 hanno votato con lei – ha scritto Montino in una lettera recapitata alla Raggi – La maggioranza assoluta dei sindaci riuniti in assemblea, in primis lei, ha aumentato la tariffa del 4,80% nel 2017, del 6,01% nel 2018, del 5,94% nel 2019, per un totale nel prossimo triennio che corrisponde al 16,75%. Un aumento – ha aggiunto Montino – assolutamente spropositato e inaccettabile”.