Il centro Italia torna a tremare

Il centro Italia torna a tremare

650
0
SHARE
da panorama

Un forte sisma di 6.0 ha scosso questa notte il Centro Italia. Raso al suolo il centro della città di Amatrice, dove il sindaco ha chiesto in diretta aiuto da parte del Governo. Diverse le persone rimaste intrappolate sotto le macerie. La prima scossa si è registrata alle 3.36 del mattino in provincia di Rieti, la seconda alle 4.33. Secondo l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, il sisma ha avuto una magnitudo di 6.0 e una profondità di 4 km con epicentro ad Accumoli, vicino Rieti. La scossa è stata percepita anche in altre zone del Lazio. A Viterbo la gente è scesa in strada. Scossa percepita anche a Ladispoli intorno alle 3.30 del mattino. Diversi tra l’altro i ladispolani che in questo momento si trovano nelle Marche in vacanza. Da testimonianze dirette di chi ha percepito la scossa anche sul litorale laziale, pare che il sisma sia stato percepito anche sul Grande Raccordo Anulare fino all’altezza di via Palmiro Togliatti. Per le zone colpite dal sisma, sono stati attivati i numeri di emergenza della Protezione civile 800840840 e della sala operativa della Protezione civile Lazio 803555.

Già partita la macchina dei volontari delle protezioni civili locali.