Tolfa, clamoroso tonfo interno: allo Scoponi il Vescovio stravince 5-0

Tolfa, clamoroso tonfo interno: allo Scoponi il Vescovio stravince 5-0

192
0
SHARE

In collina scontro diretto dai mille sapori per il Tolfa, che dopo la sconfitta nel derby col Civitavecchia è chiamata a fare punti per sognare la diretta salvezza senza passare dai play-out. Ercolani deve fare a meno di elementi importanti come Renzi, Berardozzi e Sgamma, senza considerare che Silla, non al meglio, va solamente in panchina.

Provano a partire forti i biancorossi, che dopo 2 minuti sfiorano il gol grazie ad una punizione da ben calciata da Cascianelli. Al 4o però la difesa di Ercolani drammaticamente si apre: Zoppis porta palla sulla trequarti, arriva al limite dell’area e spara col sinistro un tiro che batte Boriello e porta in vantaggio il Vescovio. Il Tolfa sembra scioccato e gli ospiti continuano a spingere: al 26 De Vincenzi ruba un sainguinoso pallone a Roccisano, salta il portiere, ma a porta vuota si fa respingere il tiro da Carlini. Al 30 da pochi passi i capitolini sfiorano nuovamente il raddoppio: stavolta è Boriello a salvare miracolosamente su una spizzata di Barbarella. Al 42 arriva il meritato raddoppio del Vescovio: Palazzolo, involatosi a destra, entra in area di rigore e col piede debole lascia partire un diagonale che bacia il palo e termina in rete: 2-0 dei romani, partita che inizia ad incanalarsi su precisi binari.

Nei secondi 45 minuti la musica non cambia, e al 16 Bornigia pennella un cross fantastico su corner che Masi è bravissimo a deviare in rete: 3-0 e notte fonda in casa collinare. Al 25′ il Tolfa prova un sussulto e su punizione ci prova Montironi: il tiro è buono, potente ma largo di pochissimo. Al 31 il Vescovio sfiora addirittura il 4-0, co De Vincenzi che da pochi passi colpisce il palo di testa. Le dormite tolfetane sono imbarazzanti, e 2 minuti più tardi si materializza il quarto gol: lo stesso De Vincenzi, servito in verticale da Barbarella, beffa Boriello sul suo palo, e manda in visibilio il settore ospiti. Al 40 il Vescovio cala il pokerissimo, grazie alla doppietta di bomber De Vincenzi che da pochi passi insacca sfruttando al meglio un cross basso partito dalla destra. In pieno recupero Compagnucci fallisce l’appuntamento col gol della banidera colpendo il palo da pochi passi, segno tangibile di quanto in casa collinare giri davvero tutto storto.

Finisce così, con un 5-0 che non ammette recriminazioni. Tolfa in crisi nera, Ercolani e la società chiamati ad una “profonda riflessione” che potrebbe aprire inquietanti scenari sul futuro della panchina biancorossa.

 

PAGELLE TOLFA

Boriello 6 Impotente sui gol ospiti, compie un miracolo salvando da pochi passi su Barbarella. Non è colpa sua.

Montironi 5 Gioca a destra, dove può evidenziare il suo vellutato destro, ma non spinge mai come deve.

Pappalardo 5 Discorso analogo al terzino che occupa la corsia opposta: è lontano dalla migliore condizione e ciò non aiuta la sua squadra.

Carlini 5.5 Non molla mai e lotta fino alla fine, salvando a porta sguarnita un gol sull’1-0.

Roccisano 4.5 Estremamente negativa la sua gara: nel primo tempo compie una sbavatura che può costare caro, regalando il pallone ad un bomber come De Vincenzi.

De Sanctis 5.5 Nel primo tempo prova a prendersi in mano la squadra, nel secondo affonda come tutti i suoi compagni

Mecucci 5 Altra prestazione estremamente negativa del capitano, che corre senza meta e prova a sacrificarsi invano.

Cascianelli 6 Uno dei pochi a salvarsi, positivo e propositivo nonostante la disfatta biancorossa.

Marconi 5 Male stavolta anche la duttile carta di Ercolani. Scambia più volte la posizione con Compagnucci, ma resta impalpabile, fin quando il tecnico non decide di sostituirlo

Mojoli 5.5 Nel primo tempo ci prova ma senza fortuna. Prova ad invertire corsia ma il risultato non cambia.

Compagnucci 5 Dal ragazzo ci si aspetterebbe di più, soprattutto in giornate come queste. La squadra non lo assiste e lui scompare totalmente dal match, divorando anche un gol già fatto nei minuti conclusivi.

Braccini 5 Entra, lotta, sgomita, ma non serve a nulla. Non è al meglio e si vede, affonda col resto dei compagni.