Anselmo: “Manifestazione rinviata perchè senza autorizzazioni”

Anselmo: “Manifestazione rinviata perchè senza autorizzazioni”

211
0
SHARE
da terzobinario.it

La manifestazione “Salviamo il nostro lago” non ci sarà perché il comitato non ha chiesto l’autorizzazione all’amministrazione comunale. A sottolinearlo, dopo le polemiche sorte sull’annullamento dell’evento, è il sindaco di Anguillara Sabrina Anselmo. L’amministrazione, stando alle dichiarazioni del primo cittadino lacustre, avrebbe appreso della manifestazione solo “ed esclusivamente tramite comunicati sui social network nella giornata di martedì, e dopo poche ore, tramite una richiesta di chiarimento da parte del Comando dei Carabinieri di zona, dal quale è emerso che l’organizzatore dell’evento non aveva predisposto nessuna documentazione a norma per ricevere – spiega Anselmo – le autorizzazioni necessarie, soprattutto alla luce delle problematiche di ordine pubblico dovute alla concomitanza nello stesso luogo della regolarmente autorizzata ‘Festa dei Broccoletti’. I due eventi sarebbero stati incompatibili per le presenze previste per entrambi sul territorio in termini di gestione dell’ordine pubblico e pertanto l’organizzatore ha presentato domanda di rinuncia ai Carabinieri poi pervenutaci in Comune”. Il sindaco Anselmo, inoltre, ricorda come la sua amministrazione si stia battendo in tutte “le sedi opportune a tutela delle acque del nostro lago, presentando proprio nella riunione alla Regione Lazio di ieri, persino un dettagliato plico ed elaborato grafico nel quale si evidenziavano finanche le difficoltà delle aree archeologiche perilacustri emerse con presenza di reperti antichi per i quali tale amministrazione ha richiesto che la Regione e il parco intervengano per la loro tutela, richiedendo supporto, e – proseuge la Anselmo – nell’ottica di trasparenza e disponibilità si evidenzia che la manifestazione potrà avere luogo nel rispetto delle prescrizioni di legge e alla propria presenza in altra data. L’amministrazione – conclude Anselmo – era ed è lieta di accogliere una manifestazione e di ogni altra forma di pubblicità volta ad evidenziare l’enorme danno ambientale che tutta l’area sta subendo sia per la siccità che per l’incontrollata captazione dell’acqua da parte dell’Acea ponendo la politica in secondo piano di fronte a un disastro ambientale di tali dimensioni”.