Di Majo: “Questo è il mio porto”

Di Majo: “Questo è il mio porto”

47
0
SHARE
mecenate tv

Consiglio comunale fiume questo pomeriggio all’aula Pucci di palazzo del Pincio. All’ordine del giorno: il porto di Civitavecchia e le possibilità di sviluppo anche per la città. Il presidente di Molo Vespucci, Francesco Maria Di Majo ha illustrato cosa l’ente sta facendo in questo momento e quali saranno le prossime mosse. Bene, lo sviluppo e la crescita economica che passa dai container, ma ancora meglio una crescita che passa per altre vie. “Mi sto impegnando – ha detto Di Majo – affinché si possano trovare progetti alternativi al container”. Il presidente dell’Authority ha anche annunciato la conferma di Grimaldi per l’interesse per Civitavecchia. “Questa fidelizzazione – ha spiegato Di Majo – ce la dobbiamo guadagnare sempre”. Una fidelizzazione a cui devono contribuire anche gli altri enti che operano all’interno del porto, come la Cilp e la Cpc. “Noi come autorità portuale – ha aggiunto il presidente di Molo Vespucci – possiamo lavorare per cercare di rendere le aree che servono, più idonee possibile. Dobbiamo rendere questo commercio ordinato, non possiamo utilizzare sempre le banchine pubbliche. Occorre attrezzare queste aree – ha ribadito – magari con parcheggi multipiano dove collocare le auto, come accade a Barcellona”. Per quanto riguarda poi l’insediamento del comitato di gestione portuale, Di Majo auspica che possa essere convocato entro giugno. Il 29 maggio invece toccherà ancora una volta al comitato portuale “per atti impellenti”, ha spiegato il presidente dell’Autorità Portuale di Sistema Portuale. Passaggio anche sulla Civitavecchia – Orte. “Per il porto – ha aggiunto Di Majo – è un’opera fondamentale che lo collegherebbe al corridoio europeo di cui Civitavecchia non fa ufficialmente parte in quanto non siamo un porto core”. E proprio su questo punto il presidente di Molo Vespucci ha annunciato che sta lavorando. “Il Governo italiano mi ha assicurato che si interesserà per rendere questo ingresso possibile”.