Siccità, il Sindaco di Montalto scrive alla Regione

Siccità, il Sindaco di Montalto scrive alla Regione

32
0
SHARE
Mecenate Tv

La siccità di questi giorni sta mettendo in seria crisi il settore agricolo di Montalto di Castro. A lanciare l’allarme è stato il sindaco castrense Sergio Caci che ha deciso di scrivere all’assessore regionale all’agricoltura per informarlo di quanto sta accadendo.

Nella lettera il primo cittadino spiega che “gli imprenditori agricoli lamentano che il settore è compromesso a causa delle scarse piogge. I cereali hanno anticipato di circa un mese la spigatura per l’assenza di precipitazioni e di conseguenza anticipato la maturazione, con cariossidi che restano in molti casi parzialmente piene. Stessa situazione si è verificata per le foraggiere, che hanno avuto una crescita insignificante quando non addirittura il fallimento della coltura. Alcune delle aziende zootecniche, preoccupate per la mancanza di alimenti per i loro animali, stanno addirittura falciando i cereali per recuperare almeno parte del fabbisogno, con ovvio incremento dei costi alimentari. Per il settore ortofrutticolo (asparago, melone, carciofo, ecc.) l’assenza di precipitazioni ha aumentato i costi di produzione mentre la concentrazione di maturazione ha determinato l’attuale livello dei prezzi che, ad esempio per il melone, che non copre nemmeno i costi di produzione”.

“Per il nostro territorio – ha aggiunto Caci – pesantemente danneggiato dall’alluvione del 2012, poteva essere una parziale soluzione l’attivazione della misura 5 del PSR 2014/2020, di cui oggi non abbiamo peraltro il bando né aggiornamenti sulla sua pubblicazione”.

“Sollecito una concreta presa di posizione della struttura regionale – ha proseguito il sindaco Sergio Caci – sia nella sua veste politica sia in quella tecnica, con la definizione di procedure ordinarie e straordinarie, compresa la dichiarazione dello stato di crisi. Relativamente alla quantificazione dei danni, abbiamo sensibilizzato le strutture agricole locali a fornirci i dati di dettaglio che provvederemo ad inviare alla Regione non appena completi”.